Incidente con mezzi C.R.I.

 

E’ una situazione che non si vorrebbe mai capitasse… ma che potrebbe accadere. Quindi che fare?

CASO 1 – AUTOMEZZO NON IN EMERGENZA: senza perdere la calma, sia se con ragione che con torto, occorre segnarsi i dati del mezzo e farsi dare il numero di telefono della sede C.R.I. alla quale il veicolo appartiene. Successivamente è necessario recarsi presso la sede per compilare l’apposito modulo blu (C.A.I. – Constatazione Amichevole di Incidente) per la denuncia del sinistro alle società assicuratrici.


CASO 2 – AUTOMEZZO IN SERVIZIO DI EMERGENZA: se il mezzo è in emergenza (cioè con le sirene ed i  lampeggianti accesi) e non subisce danni che ne compromettono l’operatività, esso dovrà proseguire per la propria destinazione. In tal caso occorre segnarsi la targa e la sede di appartenenza (normalmente è indicata a grandi caratteri sulle fiancate o sul retro dell’ambulanza) e successivamente telefonare alla sede.

Se invece il veicolo subisce danni più gravi, tali da comprometterne l’operatività, l’equipaggio comunicherà al 118 di mandare un altro mezzo di soccorso; a questo punto sarà possibile scambiarsi i dati con calma.

E’ importante ricordare che gli autisti degli automezzi con targa C.R.I. non sono autorizzati a compilare il modulo C.A.I. – Constatazione Amichevole di Incidente per la cui compilazione, come già accennato, è necessario rivolgersi alla sede di Croce Rossa alla quale appartiene il veicolo.

Per i contatti della sede C.R.I. di Giaveno clicca qui.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: