Educazione alla sessualità e prevenzione malattie sessualmente trasmesse

 
Il taboo frequentemente legato alla vita sessuale dei giovani è molto spesso causa di ignoranza e di comportamenti scorretti ed a rischio. L’informazione sui fisiologici eventi legati alla sfera sessuale dell’individuo, sulle più comuni norme di educazione alla sessualità e sull’uso corretto del preservativo permette di ridurre il rischio di malattie sessualmente trasmissibili e di gravidanze indesiderate.”  – tratto dal “Progetto Associativo dei Giovani della Croce Rossa Italiana” . Tra i compiti che il Progetto Associativo attribuisce ai Giovani della Croce Rossa Italiana rientrano, nell’ambito delle attività di promozione e diffusione dell’educazione sanitaria e della cultura dell’assistenza alla persona nonché di miglioramento delle condizioni di esistenza dei soggetti vulnerabili, le iniziative atte a creare situazioni di benessere e prevenire comportamenti a rischio.Anche i Giovani della Croce Rossa Italiana di Giaveno realizzano pertanto l’attività di Educazione alla sessualità e sensibilizzazione all’autoprotezione dalle malattie sessualmente trasmissibili (“Impara l’ABC: Abstinence, Be faithful, Condom”):
  • nelle SCUOLE: gli Animatori di Educazione alla sessualità e sensibilizzazione all’autoprotezione dalle malattie sessualmente trasmissibili realizzano annualmente incontri di informazione e prevenzione presso le Scuole Superiori del territorio avvicinando i giovani partecipanti alle tematiche dell’ A come Abstinence, B come Be Faithful, C come Condom. Tre incontri della durata di due ore ciascuno in cui approcciare le diverse attività attraverso la metodologia dell’educazione tra pari, “peer education”. L’attività permette inoltre di indirizzare i giovani che ne facciano richiesta alle strutture territoriali preposte (consultori, centro di incontro giovanili, laboratori di analisi, etc…);
  • nelle PIAZZE e nei LUOGHI di INCONTRO GIOVANILI: gli Animatori di Educazione alla sessualità e sensibilizzazione all’autoprotezione dalle malattie sessualmente trasmissibili realizzano attività di informazione e prevenzione anche in occasione di grandi eventi del territorio (Festa di San Lorenzo, etc…) o nei luoghi di incontro giovanili (centri di incontro, discoteche, balli scolastici, etc…). Si tratta di iniziative spot che permettono al partecipante di avvicinarsi alle tematiche proposte e di chiarire eventuali dubbi insieme con i giovani volontari C.R.I.

 

Link correlati:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: